Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookie. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

26 Ottobre 2018

Legge Gilmozzi / vincolo residenza ordinaria: cosa significa?

Trentino

filtra i post

In Provincia di Trento, vita difficile per chi desidera acquistare una seconda casa. A meno che…

 

Cerchi una seconda casa in Trentino? Probabilmente, nei vari annunci immobiliari per la vendita di case di montagna o sul Garda Trentino, ti sarai imbattuto nella definizione “esente vincolo residenza ordinaria”, “esente vincolo prima casa” oppure“esente legge Gilmozzi”. Se è così, sei molto fortunato: significa che potrai utilizzare quell’abitazione come seconda casa senza alcun problema; se invece non trovi alcun cenno in merito, meglio fare qualche verifica, perché potresti incappare in sanzioni anche molto salate.
 

Cosa dice la Legge Gilmozzi

La Legge provinciale 16/2005, altrimenti nota come “Legge Gilmozzi” dal cognome del suo promotore, è una normativa pensata per limitare l’edificazione di case ad uso turistico e si applica esclusivamente ad una serie di comuni trentini che vengono classificati come “a vocazione turistica”. La norma permette la costruzione di nuovi edifici residenziali solo se rispettano un vincolo: devono essere destinati ad abitazione principale del fruitore finale. Non necessariamente il proprietario, dunque. Questi potrebbe  infatti acquistare uno o più immobili come investimento e darli in locazione, purché i locatari li utilizzino come prima casa (residenza ordinaria, per l’appunto).
 

Quando una casa è “esente Legge Gilmozzi”

Perché alcune costruzioni devono rispettare questo vincolo ed altre no? Da cosa dipende? La risposta è molto semplice: la normativa riguarda quasi tutte le nuove costruzioni, mentre non viene applicata a tutte le abitazioni pre-esistenti. Ecco perché tutti gli edifici che vengono ristrutturati, ne sono esenti.
 

Quali sono le sanzioni per chi non rispetta la Legge Gilmozzi?

I furbetti non hanno vita semplice: se da un controllo dovesse risultare che non  rispettano il vincolo di residenza ordinaria, saranno obbligati al pagamento di una sanzione di € 15.000 e a rispettare il vincolo, pena una nuova multa al controllo successivo.

Se cerchi quindi una seconda casa in Trentino, fai molta attenzione che l’immobile sia “esente legge Gilmozzi” “esente vincolo prima casa”/ “esente vincolo residenza ordinaria”.

torna alla lista del blog